Pelo cattura un grosso pesce gatto

Il Lupo Pelo, abilissimo pescatore, Ŕ di nuovo in evidenza per una eccezionale cattura effettuata ieri sera.
Dopo un lungo appostamento, la pazienza e la tenacia del nostro collega sono state premiate. All'amo Ŕ rimasto agganciato un robusto esemplare di Pesce Gatto dalla pancia gialla di rispettabili dimensioni.

Il pesce gatto pu˛ raggiungere una lunghezza massima fino a 45 cm e pesare fino a 1,5 Kg. E' un pesce dal corpo tozzo con una testa massiccia, appiattito dorsalmente, dotato di una grande apertura boccale munita di mascella robuste e fornite di molti piccoli denti aguzzi. Assai caratteristici risultano gli 8 barbigli di diversa lunghezza presenti attorno alla bocca: 4 sono sulla mascella superiore. Il colore del dorso e dei fianchi Ŕ scuro, bruno-verde o nero mentre l'addome Ŕ chiaro; il corpo Ŕ completamente privo di squame e la pelle si presenta coperta di abbondante muco. Il primo raggio delle pinne pettorali e della pinna dorsale risulta estremamente acuminato, in grado di provocare fastidiose ferite in caso di incauta manipolazione di questi pesci; questa peculiaritÓ rappresenta inoltre un meccanismo di efficace difesa nei confronti di altri predatori. Il pesce gatto , specie  originaria del Nord- America, vive in corsi d'acqua lenti, stagni, paludi, laghi prediligendo le zone con acque poco profonde e fondo fangoso dove si infossa durante la stagione fredda; in questi ambienti si rinviene in prossimitÓ di zona ricche di piante acquatiche, di radici e rami sporgenti. ╚ un vorace predatore, particolarmente attivo nelle ore serali e notturne in primavera ed estate; le sue prede preferite sono costituite da unĺampia gamma di organismi animali che vanno dai macroinvertebrati bentonici alle rane ai piccoli pesci. Popolazioni eccessivamente numerose di pesce gatto possono avere un notevole effetto limitante nei confronti di altre specie ittiche in quanto in grado di effettuare una notevolissima predazione su uova ed avannotti. ╚ una specie in grado di vivere in ambienti a basso tenore d'ossigeno grazie anche alla capacita di effettuare una limitata respirazione cutanea. La riproduzione avviene quando la temperatura dell'acqua si aggira sui 18-20░C; le uova vengono deposte in nido scavato sul fondo o ricavato in sporgenze delle sponde e vengono sorvegliate da entrambi i genitori che in seguito forniscono cure parentali alla prole sino a quando i piccoli pesci non raggiungono circa i 5 cm.